martedì 27 dicembre 2011

Incontro informativo con le famiglie per i corsi freeride experience giovani




Incontro informativo con le famiglie per i corsi Freeride Experience giovani

Mercoledì 28 alle 16 a Melezet-Bardonecchia alla Scuola sci e snowboard Spazio Neve si terrà il primo incontro informativo sulle attività FREERIDE EXPERIENCE dedicato alle famiglie. Saranno coinvolti genitori e figli interessati a conoscere i programmi per giovani e la filosofia del nostro progetto.

Free Experience vuole portarsi al di là della concezione dello sci e dello snowboard come oggi la vediamo affermarsi. Non si tratta solo di fuoripista o freeride seguendo il fenomeno di moda. E' molto di più. Sotto l'orizzonte della montagna invernale, una ripresa forte di contatto con la natura, con gli sport sulla neve come libertà, creatività, eleganza del gesto. Discipline varie, un approccio non monotematico, ricco di stimoli, adeguato a tutte le età.

I più giovani si stanno entusiasmando a questa formula. E' per loro un'esperienza del tutto nuova. Intensa, emozionante, formativa. Un modo di vivere la montagna che li fa sentire vivi e protagonisti.

Venite a scoprire di cosa si tratta, venite a conoscerci.

SENZA ALCUN IMPEGNO 


SIAMO CONVINTI CHE L'INCONTRO STIMOLERA' SIA VOI CHE NOI NELLA RICERCA DI NUOVI ORIZZONTI.


Ripetiamo appuntamento...

Location: Scuola di sci e snowboard SPAZIO NEVE, Melezet di fronte allo snow park
Data: 28/12/2011
Orario: 16
Info: 338 1235833 - 335 7025206


Camoscio solitario, Costa del Becco - Dicembre 2011




FREERIDE EXPERIENCE - Viale Capuccio 3, 10052 Bardonecchia (TO),Italy - federico@montagnard.net 
T. +39 338 1235833 begin_of_the_skype_highlighting            +39 338 1235833      

sabato 24 dicembre 2011

Programma attività prima settimana vacanze di Natale dal 26 al 31 Dicembre


  

Programma attività prima settimana vacanze di Natale
dal 26 al 31 Dicembre


Lunedì  26 DICEMBRE 

- FREERIDE - 1° Mezza giornata freeride promozionale Melezet-Vallon Cross

Tipo uscita: promozionale a tariffa agevolata
Difficoltà: per sciatori e snowboarder a partire da un livello tecnico medio

Programma
Ritrovo ore 13 di fronte di fronte alla scuola sci e snowboard Spazio Neve a Melezet, Bardonecchia
13-16.30 uscita freeride in zona Melezet-Vallon Cross
Ore 16.30-17.30 briefing di chiusura con proiezione filmato e/o dibattito

Tariffa
Sconto 40 % rispetto a listino: 30 €
A chi decide successivamente di iscriversi a una delle formule Freeride Experience, l’uscita promozionale verrà interamente OMAGGIATA !
Numero minimo iscritti: 4-5

Materiali obbligatori: ARVA, pala, sonda (volendo a noleggio in base a prenotazione e disponibilità)


Martedì  27 DICEMBRE 

- FREERIDE - 2° Mezza giornata freeride promozionale Melezet-Vallon Cross

Tipo uscita: promozionale a tariffa agevolata
Difficoltà: per sciatori e snowboarder a partire da un livello tecnico medio

Programma
Ritrovo ore 13 di fronte di fronte alla scuola sci e snowboard Spazio Neve a Melezet, Bardonecchia
13-16.30 uscita freeride in zona Melezet-Vallon Cross
Ore 16.30-17.30 briefing di chiusura con proiezione filmato e/o dibattito

Tariffa
Sconto 40 % rispetto a listino: 30 €
A chi decide successivamente di iscriversi a una delle formule Freeride Experience, l’uscita promozionale verrà interamente OMAGGIATA !
Numero minimo iscritti: 4-5

Materiali obbligatori: ARVA, pala, sonda (volendo a noleggio in base a prenotazione e disponibilità)

__________________________________________________________


Mercoledì  28 DICEMBRE 

- FREERIDE - 3° Mezza giornata freeride promozionale Melezet-Vallon Cross

Tipo uscita: promozionale a tariffa agevolata
Difficoltà: per sciatori e snowboarder a partire da un livello tecnico medio

Programma
Ritrovo ore 13 di fronte di fronte alla scuola sci e snowboard Spazio Neve a Melezet, Bardonecchia
13-16.30 uscita freeride in zona Melezet-Vallon Cross
Ore 16.30-17.30 briefing di chiusura con proiezione filmato e/o dibattito

Tariffa
Sconto 40 % rispetto a listino: 30 €
A chi decide successivamente di iscriversi a una delle formule Freeride Experience, l’uscita promozionale verrà interamente OMAGGIATA !
Numero minimo iscritti: 4-5

Materiali obbligatori: ARVA, pala, sonda (volendo a noleggio in base a prenotazione e disponibilità)


Giovedì  29 DICEMBRE 

- ESCURSIONISMO 
Gita escursionistica alla Borgata La Rho (1686 m) e alla cappella della Madonna di 
Mont Serrat (1756 m)

Percorso di interesse storico-naturalistico; la meta è la cappella della Madonna del Mont Serrat; da tutta la Valle della Rho si gode una vista superba e spettacolare sulla parete est della catena dei Re Magi 

Programma
-          ritrovo ore 9.30 davanti alla Chiesa di S.Ippolito nel Borgo Vecchio di Bardonecchia          
-          ore 10 partenza escursione                                                                                                           
-          ore 15-15.30 rientro al punto di ritrovo

Tariffa    20 €

Numero minimo iscritti: 7
Materiali obbligatori: ciaspole e bastoni

_____________________________________________________________

                                                                             
Venerdì  30 DICEMBRE 

- FREERIDE - 4° Mezza giornata freeride promozionale Jafferau

Tipo uscita: promozionale a tariffa agevolata
Difficoltà: per sciatori e snowboarder a partire da un livello tecnico medio

Programma
Ritrovo ore 13.30 di fronte di fronte alla telecabina Frejusia, Jafferau-Bardonecchia
13-16.30 uscita freeride in zona Jafferau

Tariffa
Sconto 40 % a listino: 30 €
A chi decide successivamente di iscriversi a una delle formule Freeride Experience, l’uscita promozionale verrà interamente OMAGGIATA !
Numero minimo iscritti: 4-5

Materiali obbligatori: ARVA, pala, sonda (volendo a noleggio in base a prenotazione e disponibilità


- ESCURSIONISMO

Ciaspolata serale

Programma
-          ritrovo ore 17.30 davanti alla Chiesa di S.Ippolito nel Borgo Vecchio di Bardonecchia           
-          ore 18 partenza escursione                                      
-          ore 20 rientro al punto di ritrovo, vin brulé

Tariffa    15 €

Numero minimo iscritti: 7
Materiali obbligatori: ciaspole, bastoni, torcia o pila frontale


_______________________________________________________________________


SABATO  31 DICEMBRE 

- FREERIDE - 5° Mezza giornata freeride promozionale Jafferau

Tipo uscita: promozionale a tariffa agevolata
Difficoltà: per sciatori e snowboarder a partire da un livello tecnico medio

Programma
Ritrovo ore 13.30 di fronte di fronte alla telecabina Frejusia, Jafferau-Bardonecchia
13-16.30 uscita freeride in zona Jafferau

Tariffa
Sconto 40 % rispetto a listino: 30 €
A chi decide successivamente di iscriversi a una delle formule Freeride Experience, l’uscita promozionale verrà interamente OMAGGIATA !
Numero minimo iscritti: 4-5

Materiali obbligatori: ARVA, pala, sonda (volendo a noleggio in base a prenotazione e disponibilità

_____________________________________________________

Nota: i programmi  potranno essere modificati, annullati, rinviati in base alle condizioni nivo-meteo e alle necessità organizzative

_________________________________________

INFORMAZIONI + PRENOTAZIONI

Presso la sede della Scuola sci SPAZIO NEVE, Melezet – Bardonecchia 


Oppure e-mail a:  federico@montagnard.net


Oppure telefonare a:   338 1235833 - 339 3899020     



giovedì 22 dicembre 2011

LUCI DELL'ALBA E VENTO SULLA PARETE DEI RE MAGI_22.12.2011





Sbalzi climatici, 
malattie meteorologiche della natura, 
il vuoto dei cuori sotto il Natale, 
l'oblio della nostra umanità, 
sorriso e luce arrivano da quelle altezze,
che più ripagano, sempre generose,
vendetta sull'umano inflitta 
con la bellezza


mercoledì 21 dicembre 2011

Panoramica situazione piste 21.12.2011

SICUREZZA IN PILLOLE – capitolo 1

Come comportarsi in caso di valanga
Se siete in pericolo ma non siete ancora stati travolti
Cercate di fuggire verso i lati, ma solo se vi trovate in un couloir e sempre che sia ancora possibile raggiungere uno dei due bordi...
Se avete uno zaino gonfiabile del tipo “Air Bag” o “Snow Pulse”, tirate la maniglia fino in fondo prima che la valanga vi travolga davvero. Se il vostro corpo sta per essere imprigionato dalla neve in movimento, riuscire a raggiungere la maniglia sullo spallaccio dello zaino vi può sembrare impossibile...
Bisogna sapere che se si viene travolti da una placca di neve (una placca a vento, che può raggiungere i 50 km all’ora subito dopo il distacco!), è meglio passare direttamente alla seconda fase

Se siete già stati travolti
Lasciate subito andare i bastoncini e sganciate gli attacchi degli sci o della tavola (per evitare “l’effetto ancora”).
Cercare di rimanere in superficie provando a fare in modo che la neve passi sotto il corpo è possibile solo in caso di piccole colate di neve, ma per chi è coinvolto è difficile stimare il volume della massa nevosa che lo sta travolgendo: quindi è meglio, fin da subito, tenere la bocca chiusa, proteggersi la testa con le braccia tenendole saldamente davanti al viso. Questa precauzione potrebbe forse aiutare a creare davanti al naso una sacca d’aria necessaria per la sopravvivenza...

Se assistete all’incidente
Osservate attentamente e individuate il punto in cui la persona sepolta sparisce alla vista e il senso di scorrimento della valanga. Determinate la fascia di ricerca primaria.

Piano di emergenza
Il piano d’emergenza comprende le misure elementari da prendere per far sì che il salvataggio della vittima da parte dei suoi compagni abbia successo:
1- Ottenere una visione d’insieme della situazione
2- Valutare immediatamente i rischi residui (una possibile seconda valanga)
3- Dare l’allarme direttamente dal luogo dell’incidente usando telefono (se c’è copertura) o radio
4- Mettere al riparo tutte le persone presenti che non partecipino direttamente alle operazioni di salvataggio
5- Spegnere tutti gli Arva non utilizzati per la ricerca (in posizione OFF)
6- Almeno uno dei soccorritori deve immediatamente osservare, ascoltare e utilizzare il suo Arva
Le sei manovre dovrebbero nei limiti del possibile essere concomitanti per risparmiare tempo
______________________________________________________________________

IMPORTANTE – NORMA PRINCIPALE

L’evento valanga va evitato prendendo sempre TUTTE LE PRECAUZIONI e USANDO LA MASSIMA PRUDENZA. A partire da un’ottima conoscenza delle proprie capacità, del terreno, delle condizioni, della montagna in generale. Quando arriva il momento in cui ci si chiede ripetutamente se è il caso di andare a fare un certa discesa, è anche arrivato il momento di rispondere NO!!
In ogni caso è sempre buona norma affidarsi alla guida e al consiglio di un professionista

WEBCAM Bardonecchia, Borgo Vecchio 21 12 2011 ore 12 30

lunedì 19 dicembre 2011

VIDEO "Valle Stretta dream" - Insieme in un sogno d'inizio inverno...



Stiamo lavorando con un gruppo di maestri, guide e accompagnatori...
ed altri ancora...
Quelli che ci sono...
Cerchiamo di andare più in là...
Cerchiamo di creare cose nuove...
Senza presunzione,
magari se le situazioni ci vengono d'aiuto anziché contro,
ce la facciamo,
come in questi due giorni in Valle Stretta
... abbiamo provato ad aprire una nuova porta...
chissà se con la prossima avremo la stessa fortuna


FREERIDE EXPERIENCE - Viale Capuccio 3, 10052 Bardonecchia (TO),Italy - federico@montagnard.net 
T. +39 338 1235833


WEBCAM Bardonecchia, Borgo Vecchio 19.12. 2011 ore 12.30

domenica 18 dicembre 2011

Immedesimatevi, farete un passo in più verso la SICUREZZA

Immedesimatevi, farete un passo in più verso la SICUREZZA

Freeride in MONTEROSA SKI, Champoluc-Gressoney-Alagna - AVALANCHE... OKKIO a fare troppo i furbi !!!

VIDEO "Valle Stretta dream" - Insieme in un sogno d'inizio inverno...

Stiamo lavorando con un gruppo di maestri, guide e accompagnatori...
ed altri ancora...
Quelli che ci sono...
Cerchiamo di andare più in là...
Cerchiamo di creare cose nuove...
Senza presunzione,
magari se le situazioni ci vengono d'aiuto anziché contro,
ce la facciamo,
come in questi due giorni in Valle Stretta
... abbiamo provato ad aprire una nuova porta...
chissà se con la prossima avremo la stessa fortuna


Il VIDEO è in lavorazione, prossimamente su questi schermi: NON PERDETEVELO !

venerdì 16 dicembre 2011

METEO e BOLLETTINO NEVE BARDONECCHIA - TEMPO MOLTO INSTABILE

SABATO 17 Dicembre
Tempo ancora instabile. Rovesci di neve e schiarite, forte diminuzione delle temperature. I venti saranno prevalentemente moderati e soffieranno da WNW con intensità di 27 km/h. Possibili raffiche in quota e su certi versanti fino a 50 km/h. Temperature comprese tra -8°C e -2°C in paese . Zero termico a 350 metri.
Dal pomeriggio leggero miglioramento.


DOMENICA 18 Dicembre
Il tempo migliora un poco. Nuvolosità sparsa con schiarite a seconda dei versanti. I venti saranno prevalentemente moderati e soffieranno da NW con intensità di 13 km/h. Possibili raffiche in quota  fino a 36 km/h. Temperature: -9°C la minima e -3°C la massima. Zero termico a 300 metri.

Situazione NEVE conca di Bardonecchia
Fra ieri e oggi sono caduti fra i 60 e gli 80 cm dai 1800 m in su (rilevamento in zona Jafferau). I forti sbalzi di temperatura hanno impedito la nevicata in bassa quota dove si sono alternate fasi di neve e pioggia. La neve caduta è abbastanza pesante e instabile anche a causa dell'azione del vento (accumuli). In alcuni punti lo spessore complessivo arriva a 130-140 cm.

Bollettino NEVE Aineva per le Alpi Piemontesi

Nelle ultime 24 ore si sono intensificate le precipitazioni a ridosso delle zone di confine dei settori alpini nord-occidentali e, nella notte, si sono estese alle adiacenti zone prealpine. A 2000 m di quota sono stati misurati 40-60 cm di neve fresca nelle zone di confine dalle A. Lepontine nord alle A. Cozie nord, 20-30 cm nelle A.Graie e 10-20 cm nei restanti settori ad esclusione delle A. Marittime Orientali e A. Liguri, dove non sono state registrate precipitazioni. Venti di intensità forte, localmente molto forte, provenienti dai quadranti occidentali, accompagnano le precipitazioni causando una distribuzione irregolare della neve già durante la fase di precipitazione.
L’intensa attività eolica rimaneggia in modo significativo il manto nevoso e crea nuovi accumuli, i quali in parte mascherano quelli preesistenti, in parte li incrementano. Nelle aree dove le precipitazioni sono state minori o assenti il trasporto eolico della neve superficiale risulta meno significativo 


Bollettino Valanghe Aineva per le Alpi Piemontesi


E’ attesa la ripresa dell’attività valanghiva con distacchi spontanei di molte valanghe a lastroni di medie dimensioni, dai pendii alle quote superiori ai 2300-2500 m, in tutte le zone di confine dei settori alpini interessati dalle precipitazioni più intense. Dove le nevicate sono state minori sono possibili scaricamenti, valanghe di piccole, e localmente medie, dimensioni perlopiù a lastroni. Il distacco provocato è possibile già con debole sovraccarico in prossimità di creste, canaloni e cambi di pendenza su molti pendii ripidi, nei settori dove il pericolo valanghe è 3-marcato, e sulla maggior parte dei pendii oltre i 30° dove il grado di pericolo valanghe è 4-forte. Lo
svolgimento di attività sciistiche fuori pista richiede un’ appropriata capacità di valutazione locale del pericolo valanghe e della scelta del corretto itinerario


Pericolo valanghe zona di Bardonecchia (fonte Aineva): ROSSO = forte 



FREERIDE EXPERIENCE - Viale Capuccio 3, 10052 Bardonecchia (TO),Italy - federico@montagnard.net
 
T. +39 338 1235833

domenica 11 dicembre 2011

Gita sci escursionistica a Costa del Becco. La cresta dei camosci dell'Almiane



FREERIDE EXPERIENCE - Fra le attività effettuate durante i giorni del ponte dell'Immacolata vi mostriamo il VIDEO della gita sci escursionistica del 10 Dicembre a Costa del Becco. La cresta dei camosci dell'Almiane. Anche questa volta salendo li abbiamo avvistati. Un bel branco, col maschio che come sempre attende solitario e avverte che stiamo entrando nel suo territorio

FREERIDE EXPERIENCE - Viale Capuccio 3, 10052 Bardonecchia (TO),Italy - federico@montagnard.net T. +39 338 1235833

venerdì 9 dicembre 2011

Tutte le proposte di Freeride Experience inverno 2012

Ripubblichiamo i vari file con le offerte per l'inverno 2011-12, già presentati nei post del 15 novembre scorso.


Depliant illustrativo ufficiale







Tabelle con tutte le offerte e le rispettive tariffe


FREERIDE EXPERIENCE - Viale Capuccio 3, 10052 Bardonecchia (TO),Italy - federico@montagnard.net T. +39 338 1235833

mercoledì 7 dicembre 2011

IMPIANTI APERTI A BARDONECCHIA

COMUNICATO
Grazie alla neve caduta questa notte e all’abbassamento delle temperature la società impianti riuscirà, nel settore Jafferau, a completare l’innevamento della pista di rientro dal Plateau alla telecabina Fregiusia. Da domani 8/12 i possessori di skipass stagionale potranno sciare. A partire da sabato 10 poi il comprensorio dello Jafferau sarà aperto anche a chi scia acquistando il giornaliero.

La vendita degli skipass giornalieri, al prezzo speciale di € 25,00 si effettuerà presso la biglietteria alla partenza della Telecabina e all’ufficio skipass.

 Da sabato 17 dicembre saranno inoltre aperte nuove piste ed i campi scuola di Campo Smith.


WEBCAM Bardonecchia, Borgo Vecchio 7.12.2011 ore 9



FREERIDE EXPERIENCE
Servizio WEBCAM-METEO
Bardonecchia, Borgo Vecchio - 7.12.2011 ore 9


SITUAZIONE METEO
Precipitazioni nevose e bassa nuvolosità. Vento da WNW con intensità in alta quota di 24 km/h. Raffiche intense. Temperature: -1°C la minima e 4°C la massima in paese. Zero termico a 1400 metri.

PREVISIONE prossimi 2 giorni

- 8.12  >>  Poco nuvoloso o velato. Vento da WNW con intensità di 14 km/h. Raffiche in alta quota fino a 62 km/h. Temperature comprese tra -2°C e 4°C in paese . Quota 0°C a 1600 metri.
- 9.12  >>  Cielo poco nuvoloso. Vento da Ponente con intensità di 11 km/h. Raffiche in alta quota fino a 35 km/h. Temperatura minima di -2 °C e massima di 5 °C in paese. Zero termico a 1900 metri.

FREERIDE EXPERIENCE - Viale Capuccio 3, 10052 Bardonecchia (TO),Italy - federico@montagnard.net T. +39 338 1235833

martedì 6 dicembre 2011

Programma attività Ponte Immacolata





Programma attività Ponte Immacolata - dal 9 al 11 Dicembre



Venerdì 9 DICEMBRE

- GITA CON GLI SCI-FREERIDE

Riproponiamo la gita appena fatta Domenica 4 alla Punta dei Fourneaux (vedi programma completo nel post dell'1/12 ore 13.10); vengono mantenuti i riferimenti del programma (orari, formazione gruppo, clausole, etc) esclusa la tariffa che viene comunicata qui sotto

METEO PREVISTA per il 9/12
Nuvolosità scarsa. Prevalentemente vento di Ponente con intensità di 10 km/h. Raffiche fino a 34 km/h. Temperature comprese tra -2°C e 5°C . Quota 0°C a 1850 metri.

n.b. In caso di peggioramento delle condizioni nivo-meteo vale la clausola abituale di possibile cambiamento di programma, annullamento, spostamento ad altra data

Tariffa promozionale inizio stagione: 35 €
Min. iscritti: 5

- ESCURSIONISMO

Giro escursionistico e naturalistico a piedi delle Borgate di Bardonecchia
Percorso ad anello lungo panoramici sentieri nei boschi e stradine che toccano alcune fra le più note borgate della conca di Bardonecchia (Borgo Vecchio, Les Arnauds, Melezet); interessanti soste a diverse cappelle di pregio storico-artistico
L’escursione verrà guidata da un accompagnatore naturalistico specializzato

Programma
-          ritrovo ore 9 davanti alla Chiesa di S.Ippolito nel Borgo Vecchio di Bardonecchia
-          ore 9.30 partenza escursione
-          ore 13-13.30 rientro al punto di ritrovo

Raccomandazioni e note:

-          abbigliamento adatto ad escursioni invernali in media montagna
-          non eccedere col peso degli zaini !
-          in caso di peggioramento delle condizioni nivo-meteo vale la clausola abituale di possibile cambiamento di programma, annullamento, spostamento ad altra data


Tariffa promozionale inizio stagione: 20 €
Min. iscritti: 7

 ________________________________________________________________

Sabato 10 DICEMBRE

- ESCURSIONISMO MULTI SPORT


Gita al Lago Verde e al Colle di Valle Stretta

Nell’arco di un’unica uscita si raggiungerà il Lago Verde (1834 m) e il
Colle di Valle Stretta (2434 m).
E’ possibile partecipare con gli sci, con le ciaspole o a piedi
Vi saranno due gruppi.
1° gruppo: gita a piedi al Lago Verde con soste di osservazione naturalistica
2° gruppo: gita escursionistica con sci o ciaspole al Colle di Valle Stretta

Programma

1° gruppo
Ritrovo ore 8.30 a Pian del Colle al parcheggio di fronte alla vecchia stazione di confine
Salita con le auto fino al pianoro della Parete dei Militi
Percorso naturalistico sul sentiero alla sinistra orografica del torrente Valle Stretta
Visita e sosta naturalistica al Lago Verde, pranzo al sacco
Ritorno alle auto previsto intorno alle 15

2° gruppo
Ritrovo ore 8.30 a Pian del Colle al parcheggio di fronte alla vecchia stazione di confine
Salita con le auto fino alle Grange della Valle Stretta
Percorso escursionistico sul sentiero classico (G.R. 57) della Valle Stretta, passando per il Lago Verde, poi Pian delle Fonderia, Plaine de Tavernette ed infine il Colle !
Pranzo al sacco in prossimità del colle in zona coperta dai venti
Ritorno alle auto previsto intorno alle 15
Sono indispensabili sci con attacchi da scialpinismo e pelli di foca o in alternativa ciaspole
Il kit di sicurezza (ARVA, pala e sonda) è obbligatorio  – chi non ne è in possesso può noleggiarlo con prenotazione in base alle disponibilità

METEO PREVISTA per il 10/12
Previsti banchi di nebbia. Vento da Ovest-Sud-Ovest con intensità di 4 km/h. Raffiche fino a 30 km/h. Temperature comprese tra -1°C e 6°C . Zero termico a 1800 metri.


Raccomandazioni e note:

-          abbigliamento adatto ad escursioni invernali in montagna
-          non eccedere col peso degli zaini !
-          se le condizioni di nuvolosità saranno meno favorevoli del previsto, il gruppo 2 seguirà un programma alternativo che comprende la sosta naturalistica al Lago Verde col gruppo
-          in caso di peggioramento delle condizioni nivo-meteo vale la clausola abituale di possibile cambiamento di programma, annullamento, spostamento ad altra data

 
Tariffa promozionale inizio stagione: 25 €
Min. iscritti: 6 per gruppo

___________________________________________________________________

Domenica 11 DICEMBRE

- FREERIDE

Fuoripista allo JAFFERAU !

L’area impianti dello Jafferau ha da poco aperto al pubblico. Da località Fregiusia (1900 m) in su l’innevamento è ottimo (40-60 cm di strato nevoso uniforme). I fuoripista sono tutti in condizione discreta e sicuri! Useremo gli impianti e, forse, si farà qualche breve tratto a piedi

Programma

Ritrovo ore 8.30 alla telecabina in località BIOWEJ - Jafferau
Ore 9 salita in telecabina
9-12 pista e fuoripista su vari percorsi
Ore 12.30 sosta alla Capannina per un pasto leggero
13.30-15 pista e fuoripista su vari percorsi
Ore 15.30 rientro alle auto


METEO PREVISTA per l’11/12
Nuvolosità compatta. I venti saranno prevalentemente deboli e soffieranno da Ovest-Nord-Ovest con intensità di 3 km/h. Possibili raffiche fino a 17 km/h. Temperature: 1°C la minima e 5°C la massima. Zero termico a 1600 metri.

Raccomandazioni e note:

-          Il kit di sicurezza (ARVA, pala e sonda) è obbligatorio – chi non ne è in possesso può noleggiarlo con prenotazione in base alle disponibilità
-          in caso di peggioramento delle condizioni nivo-meteo vale la clausola abituale di possibile cambiamento di programma, annullamento, spostamento ad altra data


- ESCURSIONISMO

Gita escursionistica alla Borgata La Rho (1686 m) e alla cappella della Madonna di Mont Serrat (1756 m)
Percorso di interesse storico-naturalistico; la meta è la cappella della Madonna del Mont Serrat; da tutte la Valle della Rho si gode una vista superba e spettacolare sulla parete est della catena dei Re Magi 
L’escursione verrà guidata da un accompagnatore naturalistico specializzato

Programma
-          ritrovo ore 8.30 davanti alla Chiesa di S.Ippolito nel Borgo Vecchio di Bardonecchia
-          ore 9 partenza escursione
-          ore 14.30-15 rientro al punto di ritrovo

Raccomandazioni e note:

-          abbigliamento adatto ad escursioni invernali in media montagna
-          non eccedere col peso degli zaini !
-          in caso di peggioramento delle condizioni nivo-meteo vale la clausola abituale di possibile cambiamento di programma, annullamento, spostamento ad altra data
 
Tariffa promozionale inizio stagione: 25 €
Min. iscritti: 6

 ___________________________________________________________________

ISCRIZIONI + INFO

Per info ulteriori e iscrizioni per tutte le attività

-          T. +39 338 1235833
-          federico@montagnard.net

Le iscrizioni saranno ad esaurimento posti e dovranno pervenire entro le 12 ore antecedenti l’orario di ritrovo di ogni attività.

Se l’organizzazione non raggiungerà i numeri minimi fissati, l’uscita non potrà avere luogo o verrà proposta un’integrazione alla tariffa base
Il pagamento delle quote d’iscrizione sarà accettato anche sul posto salvo diversa indicazione al momento della prenotazione

WEBCAM Bardonecchia, Borgo Vecchio - 6.12.2011 ore 15



Freeride Experience
Servizio WEBCAM
Bardonecchia, Borgo Vecchio - 6.12.2011 - ore 15


SITUAZIONE METEO
Nuovolosità bassa con nevischio. Vento da Ovest-Nord-Ovest, con raffiche in quota. Temperature: -3°C la minima e 2°C la massima. Zero termico a 1000 metri.

PREVISIONE prossimi 2 giorni

- 7.12  >>  Pochi cm di neve nella nottata, per il resto si mantengono le condizioni di nuvolosità e nevischio sparso, temperature e condizione vento stazionarie
- 8.12  >>  Nuvolosità scarsa. Vento da Ovest-Nord-Ovest con intensità di 14 km/h. Raffiche fino a 65 km/h. Temperatura minima di -1 °C e massima di 5 °C. Zero termico a 1600 metri.


FREERIDE EXPERIENCE - Viale Capuccio 3, 10052 Bardonecchia (TO),Italy - federico@montagnard.net T. +39 338 1235833

sabato 3 dicembre 2011

DIBATTITO SUL FREERIDE - Chi può far che cosa… (Parte 2)

Prosegue il dibattito su fronte di lavoro comune fra guide alpine e maestri di sci a proposito di freeride. I contenuti che seguono in questo post sono un estratto sintetico del nuovo testo tecnico della Scuola Italiana di sci sull’argomento. Si parte dal livello “argento”, il livello medio dei metodi d’insegnamento dello sci in Italia. A riprova che il freeride è diventato una componente tecnica fondamentale della Scuola di sci italiana. Si sta infatti facendo riferimento a sciatori che hanno da poco appreso la curva base a sci paralleli…


DAL NUOVO TESTO D’INSEGNAMENTO DELLA SCUOLA DI SCI ITALIANA SOTTO IL CAPITOLO FREERIDE

LIVELLO ARGENTO FREERIDE

INTRODUZIONE

Interpretare sciisticamente un pendio in fuori pista è, per molti, la massima espressione di abilità sciistica e un insieme di libertà d’azione, movimento, istinto e improvvisazione. Proprio il mix di tecnica, creatività e intuito che lo caratterizza, unito alla bellezza degli scenari in cui si pratica, hanno decretato negli ultimi anni il successo crescente del “freeride” (sci fuori pista).
La sua diffusione sempre più ampia ha portato alla decisione di comprendere questa disciplina nella progressione tecnico-didattica già consolidata, presentando l’approccio al freeride come alternativa-complemento allo sci in pista, per uno sciatore che abbia già acquisito le competenze del livello Bronzo e sappia quindi eseguire curve a sci paralleli.
La pratica del freeride è un’esperienza entusiasmante e divertente, che consente allo sciatore di “vivere” la montagna con spirito d’avventura, senza esasperati tecnicismi e a stretto contatto con la natura. Ma questa filosofia di libertà, che acco­muna il freeride a molti sport della nuova generazione, non deve indurre a trascurare i principi del buon senso e le norme di sicurezza. Chi sceglie di svolgere un’attività sportiva in ambienti montani non controllati deve avere la piena consapevolezza dei rischi che si possono correre: per praticare il freeride in sicurezza è quindi indispensabile saper valutare le proprie doti fisiche e tecniche e le caratteristiche ambientali (rischio valanghe, sciabilità della neve, ecc.), in modo da scegliere corretta­mente tattica e linea di discesa.

Obiettivo

Padroneggiare una curva “easy” (facile) freeride, abituandosi a controllare diversi archi di curva in condizioni di fuori pista semplice, con neve che consente un buon galleggiamento, ricercando costantemente un buon adattamento alle numerose variabili, che possono cambiare in modo repentino (pendio, tipo di neve, esposizione, dislivello, azione del vento, ecc.)

ABILITA’ SPECIFICHE 

A questo livello, è importante sviluppare la capacità di adattamento e gli accorgimenti tecnici necessari ad affrontare le difficoltà proprie dello sci fuori pista, completamente differenti da quelli riscontrabili sciando su pendi battuti, anche difficili: 

- Sprofondamento degli sci nella neve
- Percezione visiva dell’attrezzo ridotta e discontinua, a causa della neve sollevata durante l’avanzamento
- Superficie di scivolamento non omogenea
- Equilibrio e velocità di scorrimento variabili
- Aumento soggettivo della fatica
- Ambientamento a luoghi e situazioni diverse

In particolare, la priorità tecnica è quella di migliorare la distribuzione del carico sugli sci e, di conseguenza, l’equilibrio, imparando a percepire la portanza (galleggiamento) dello sci.

Sicurezza

L’attenzione per la sicurezza, propria e altrui, dev’essere il primo imperativo del rider: lo sci fuori pista richiede un’attenta preparazione e presuppone la consapevolezza dei propri limiti mentali e fisici, una valutazione ponderata della discesa e del grado di difficoltà, un’ottima conoscenza della montagna, la capacità di reperire informazioni utili per valutare il livello di rischio e un addestramento in materia di autosoccorso.
Una volta valutate attentamente le difficoltà del percorso, il maggior fattore di rischio è costituito dalle valanghe.
È bene quindi approfondire la conoscenza delle dinamiche di trasformazione della neve sui pendii (nivologia), ma soprattut­to acquisire più informazioni possibili, consultando un centro nivologico e il bollettino meteo-valanghe e anche chiedendo consiglio alle guide alpine locali e agli altri professionisti e operatori della zona (anche maestri di sci specializzati nel freeride) in cui si intende sciare, attenti conoscitori del territorio.
Il maestro può ridurre al minimo i rischi delle prime discese in neve fresca proponendo percorsi vicini alle piste battute: in questo modo è anche possibile utilizzare gli impianti di risalita.
Quando la tecnica di base sia consolidata, è possibile affrontare esperienze di sci in zone boscose dalla vegetazione non troppo fitta: oltre ad avere una notevole importanza formativa, se affrontate con la dovuta cautela queste situazioni offro­no un buon livello di sicurezza, perché all’interno di un bosco sono rari (ma non impossibili!) i fenomeni valanghivi. Sono comunque d’obbligo casco, paraschiena e maschera da sci, per proteggere gli occhi dai rami.
L’allievo dev’essere informato anche sulla necessità di dotarsi di materiali di autosoccorso e imparare a utilizzarli corretta­mente: ARVA (apparecchio di ricerca in valanga), pala e sonda sono attrezzi indispensabili e sono stati resi obbligatori, tra l’altro, dalle più recenti normative.
A seguito di fatti di cronaca a volte strumentalizzati, molte località regolamentano lo sci fuori pista: il maestro deve quin­di documentarsi accuratamente sulle eventuali limitazioni ed educare i propri allievi al rispetto sia di queste norme, sia dell’eventuale segnaletica che delimita aree chiuse e non sciabili.

Nozioni tecniche sul livello argento freeride

DALLA PISTA AL FUORI PISTA
Prima di affrontare esercizi e discese fuori pista, è consigliabile proporre al rider principiante una serie di esercizi in pista, utili a migliorare i movimenti fondamentali (inclinazioni, rotazioni, movimenti antero-posteriori e verticali) e ad acquisire la sensibilità e la capacità di adattamento necessarie per affrontare, in seguito, la variabilità delle situazioni e del terreno, propria del freeride.

Rotazione intorno all’asse longitudinale
6 esercitazioni base

Equilibrio antero-posteriore
3 esercitazioni base

Inclinazione
3 esercitazioni base

Movimenti verticali
4 esercitazioni base

Applicazione metodica nei diversi tipi di curva

CURVA DI SICUREZZA in 3 versioni
CURVA DIDATTICA
CURVA EASY FREERIDE in 3 versioni

Questo per ciò che concerne in sintesi il livello ARGENTO. Seguono ovviamente gli altri livelli dove il freeride è ulteriormente trattato fino al gesto tecnico più evoluto.

(il dibattito prosegue con successivi post.... Chiunque voglia contribuire è il BENVENUTO, è sufficiente registrarsi al blog e postare un commento)


DIBATTITO SUL FREERIDE - Chi può far che cosa… (Parte 1)

Come rapportarsi fra guide alpine e maestri di sci in materia di insegnamento e accompagnamento con sci e snowboard in montagna

Sono anni che fra guide alpine e maestri di sci prosegue un dibattito-discussione a proposito dell’ambito di competenze professionali in materia di sci, sci fuori pista, scialpinismo. Dall’anno scorso il Collegio Nazionale dei maestri di sci con il suo staff di istruttori nazionali, ha elaborato un approfondito testo tecnico sul freeride, una tendenza dello sci e dello snowboard sempre più in voga in questi anni, che prosegue una solida e affascinate tradizione legata allo sci fuori pista storico in tutte le sue versioni. Il testo è attualmente già in uso presso tutto le scuole di sci italiane e i maestri di sci si devono riferire ad esso nel loro lavoro coi clienti. E' implicito che anche tutti i corsi di formazione ed aggiornamento maestri stiano tenendo stage specifici sull'argomento freeride. La novità ha forse scombussolato alcune certezze. E’ chiaro che in questo caso il terreno “di lavoro” è comune fra maestri di sci e guide alpine. Finalmente, a nostro parere, si è deciso di prendere una direzione ragionevole per tanti motivi. Le vecchie ruggini del passato però sono difficili da scrostare. In questa sede, senza nessuna pretesa direttiva, cerchiamo di aiutare questo confronto per comprendere che si può e si deve lavorare INSIEME, nell’interesse della montagna, della sua cultura, dei suoi abitanti, di chi vi lavora, di chi ne fruisce nel tempo libero.    

Quale premessa di discussione su questo blog si cita fedelmente le rispettive leggi quadro nazionali valide per l’esercizio della professione di guida e per quella di maestro di sci e di snowboard. E’ una premessa fondamentale della quale tenere massimo conto senza forzature interpretative. Anche se si tratta di materia per addetti ai lavori, un po’ cavillosa e voluminosa, è certamente utile anche per tutti gli appassionati che decidono di affidarsi ai professionisti della montagna per le loro attività sportive. 

Legge quadro nazionale 2 Gennaio 1989 n.6
Ordinamento della professione di guida alpina

Approvata dalla Camera dei deputati ed il Senato della Repubblica e promulgata dal PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA.
In riferimento all’ambito di competenza della Guida Alpina si esprime l’art. 2 della legge.
Art. 2
Oggetto della professione di guida alpina
1.      E’ guida alpina chi svolge professionalmente, anche in modo non esclusivo e non continuativo, le seguenti attività:

a) accompagnamento di persone in ascensioni sia su roccia che su ghiaccio o in escursioni in montagna;
b) accompagnamento di persone in ascensioni sci – alpinistiche o in escursioni sciistiche;
c) insegnamento delle tecniche alpinistiche e sci – alpinistiche con esclusione delle tecniche sciistiche su piste di discesa e di fondo.

3. Lo svolgimento a titolo professionale delle attività di cui al comma 1, su qualsiasi terreno e senza limiti di difficoltà e, per le escursioni sciistiche, fuori delle stazioni sciistiche attrezzate o delle piste di discesa o di fondo, e comunque laddove possa essere necessario l’uso di tecniche e di attrezzature alpinistiche, è riservato alle guide alpine abilitate all’esercizio professionale e scritte nell’albo professionale delle guide alpine istituito dall’articolo 4, salvo quanto disposto dagli articoli 3 e 21.

4. Le regioni provvederanno a individuare e a delimitare le aree sciistiche ove è consentita l’attività dei maestri di sci.

Legge 8 marzo 1991, n. 81
Legge-quadro per la professione di maestro di sci e ulteriori disposizioni in materia di
ordinamento della professione di guida alpina.
1. Oggetto della legge.
La presente legge stabilisce i principi fondamentali per la legislazione delle regioni in materia di
ordinamento della professione di maestro di sci.
2. Oggetto della professione di maestro di sci.
È maestro di sci chi insegna professionalmente, anche in modo non esclusivo e non
continuativo, a persone singole ed a gruppi di persone, le tecniche sciistiche in tutte le loro
specializzazioni, esercitate con qualsiasi tipo di attrezzo, su piste di sci, itinerari sciistici, percorsi di
sci fuori pista ed escursioni con gli sci che non comportino difficoltà richiedenti l'uso di tecniche e materiali alpinistici, quali corda, piccozza, ramponi.
2. Le regioni provvedono ad individuare e a delimitare le aree sciistiche ove è prevista l'attività dei
maestri di sci.

7. Materie di insegnamento.
1. I corsi hanno durata minima di 90 giorni effettivi di insegnamento e prevedono i seguenti
insegnamenti fondamentali: tecniche sciistiche; didattica; pericoli della montagna; orientamento
topografico, ambiente montano e conoscenza del territorio regionale di competenza; nozioni di
medicina e soccorso; diritti, doveri e responsabilità del maestro; leggi e regolamenti
professionali.

18. Esercizio abusivo della professione.
1. L'esercizio abusivo della professione di maestro di sci è punito ai sensi dell'articolo 348 del
codice penale.2. Ai fini di cui al comma 1, all'insegnamento professionale è equiparato
l'accompagnamento retribuito di clienti sugli sci.

21. Corsi ed istruttori del Club alpino italiano.
1. Il Club alpino italiano (CAI), ai sensi delle lettere d) ed e) dell'articolo 2 della legge 26 gennaio
1963, n. 91 e successive modificazioni, conserva la facoltà di organizzare corsi di addestramento a
carattere non professionale per le attività sci-alpinistiche e per la formazione dei relativi istruttori.
2. Gli istruttori del CAI svolgono la loro opera a carattere non professionale e non possono ricevere
retribuzioni.
3. Le attività degli istruttori del CAI sono disciplinate dai regolamenti del CAI medesimo.
4. Al di fuori di quanto previsto dalla presente legge le altre attività didattiche per le finalità di cui al
comma 1 non possono essere denominate scuole e i relativi istruttori non possono ricevere
compensi a nessun titolo.

(Il dibattito proseguirà con successivi post...) 


VIDEO-descrizione del percorso della gita con gli sci in programma domenica 4/12




VIDEO della prima parte del percorso della gita con gli sci in programma Domenica 4 Dicembre: Cima dei Fourneaux (3207 m), Vallone alto di Rochemolles - Bardonecchia

FREERIDE EXPERIENCE - Viale Capuccio 3, 10052 Bardonecchia (TO),Italy - federico@montagnard.net T. +39 338 1235833